Dieter Schmid - Utensili professionali

Pialla da finitura KUNZ PLUS N. 4

La nuova pialla da finitura KUNZ PLUS #4 rappresenta un mondo completamente nuovo per il produttore tedesco, dal punto di vista del design, della qualità e dell'estetica. E si vede immediatamente: il ferro è più corto del normale. Uno dei vantaggi del ferro corto è che la parte posteriore non sporge, rendendo più facile l'accesso ai pomelli di regolazione e in generale evitando di prenderci dentro con le mani.

Decisamente la prima cosa che si nota della KUNZ PLUS #4 sono i bellissimi pomello e manico, fatti di ciliegio coltivato sul posto. Il manico è ergonomico e si impugna molto bene. Il pomello frontale è al tempo stesso cicciotto e dal profilo ribassato, arricchendo ulteriormente l'aspetto gradevole e il buon controllo della pialla.
La pialla dopo aver rimosso il controferro. La vite per fissare il piattello al rompitruciolo è semplicemente avvitata all'estremità superiore, consentendo un fissaggio agevole ed evitando gli inconvenienti degli altri sistemi. Se cliccate sulla foto, vedrete meglio come funziona.
La pialla dopo aver tolto il controferro e la lama. A questo punto potete vedere le viti per la regolazione laterale e in profondità. Questa vite ha un filetto differenziato. La parte superiore è M8x1 e quella inferiore M6x7.5, entrambe peraltro abbastanza sottili. Quando si regola la lama, entra in gioco solo la differenza tra i due filetti. Questo sistema garantisce una regolazione della lama molto solida e al tempo stesso precisa.
La pialla dopo la rimozione del frog. Quest'ultimo può essere tolto allentando le due viti inferiori (vedi foto sopra). Potete vedere chiaramente la guide realizzate con molta cura e i corrispondenti solchi nella base del frog, che garantiscono un movimento preciso e controllabile. Questo elimina la necessità di regolare il frog lateralmente, visto che si può muovere solo avanti o indietro.
Quando si sostituisce il frog, le viti non vanno strette a fondo come si fa di solito. Capirete il perchè dalla prossima foto.
Il frog si muove per regolare l'ampiezza della bocca della KUNZ PLUS #4. Un'apertura minima è adatta per lavori delicati che devono produrre trucioli molto sottili; al contrario il frog si spinge all'indietro per lavori più grossolani con maggior asportazione di materiale. In modelli precedenti bisognava allentare parecchie viti e poi rimettere faticosamente il frog in posizione. Qui si fa tutto regolando una brugola senza bisogno di smontare il frog.
La pialla, la prima del genere marchiata Kunz, ha un livello di finitura che consente di utilizzarla appena tolta dalla scatola. Ma tutto sommato noi consigliamo una ulteriore messa a punto con una pietra da 6000, o meglio ancora da 8000. Questo farà fare alla pialla un vero salto di qualità..
Ecco alcune informazioni aggiuntive sulla struttura del frog, del ferro, del rompitruciolo e della linguetta. Il rompitruciolo e la linguetta sono sempre fissati nella stessa posizione. Il rompitruciolo può essere facilmente regolato a seconda della lunghezza del ferro e della distanza desiderata dall'estremità. Illustrazione della lama, rompitruciolo con vite, e linguetta con vite.
Uno degli aspetti più interessanti di questa bella pialla è che Kunz ha migliorato il ben noto sistema Norris per regolare la lama. Nell'immagine di sinistra vedete una pialla Kunz e in quella di destra una pialla Veritas. Con la pialla Kunz si muove la leva nella direzione in cui si vuol muovere la lama, mentre con il sistema tradizionale Veritas, la lama si muove nella direzione opposta.

Per quanto sia soggettivo, a seconda delle proprie abitudini, noi troviamo più intuitivo e naturale quando la lama segue la mano, anzichè andare nella direzione opposta.
Lei è qui:   Pagina iniziale   →   Pialle   →   Pialle da finitura in metallo   →   Pialla da finitura KUNZ PLUS N. 4