Dieter Schmid - Utensili professionali
Scalpelli giapponesi

Scalpelli giapponesi

La celeberrima arte giapponese della lavorazione dei metalli si esprime degnamente negli scalpelli giapponesi. Le lame sono composte da due parti: una base in ferro dolce che entra nel manico, e uno in acciaio unito alla base mediante forgiatura. Le lame hanno una concavità centrale per facilitare l'affilatura. Una domanda ricorrente riguarda cosa fare quando l'incavo raggiunge il filo di taglio. Si tratta in realtà di un falso problema - una affilatura e una lappatura regolare della lama fa arretrare la cavità così da garantire un filo lineare. Può peraltro succedere che una affilatura eccessiva del dorso da parte di alcuni utilizzatori allarghi la parte piatta tra il fianco e la concavità.

Questi scalpelli in Giappone sono normalmente utilizzati con martelli dalla testa in acciaio, ma va benissimo anche il normale mazzuolo in legno. La lunghezza complessiva degli scalpelli presentati in questa pagina è di 22 - 23 cm.

Vi offriamo cinque linee di prodotto a differenti livelli qualitativi:

  • Scalpelli Hikoza "best value": nell'uso si sono dimostrati prodotti molto validi. Sono fatti acciaio al carbonio non legato, più duro, ma anche leggermente più fragile di quelli europei.
  • Scalpelli Koshimitsu in "acciaio bianco" : questi sono realizzati con il rinomato acciaio "Hitachi Yasuki Hagane No. 2" , acciaio al carbonio con particolari proprietà, dalla granulometria molto densa che risulta più duro ed al tempo stesso più resistente dei normali acciai al carbonio. L'"acciaio bianco" si affila meglio di qualsiasi altro acciaio e perciò questi scalpelli sono particolarmente adatti per i lavori di particolare pregio e precisione. Sono fatti dal Maestro Matsumura a Yoita, provincia di Niigata.
  • Scalpelli Kunikei in "acciaio bianco". Anche questi scalpelli sono costruiti col rinomato acciaio "Hitachi Yasuki Hagane No. 2", acciaio al carbonio con particolari proprietà, dalla granulometria molto densa che risulta più duro ed al tempo stesso più resistente dei normali acciai al carbonio. Questi scalpelli sono adatti ai lavori più fini e precisi, li produce Yoshiro Ikeda a Sanjo, Provincia di Niigata. Gli scalpelli Kunikei sono esteticamente i migliori della gamma, quindi i più costosi.
  • Scalpelli HSS : fino a poco tempo fa l'HSS non era usato per gli scalpelli perchè il materiale aveva una costituzione troppo grossolana per ottenere una buona affilatura. Recentemente però i produttori sono riusciti a produrre dell'HSS di granulometria abbastanza fine, per ottenere e conservare un buon filo. Questi scalpelli posso essere affilati molto bene e conservano una invidiabile solidità. Gli scalpelli in acciaio al carbonio posso segnarsi abbastanza facilmente se usati in modo improprio. Quelli in HSS per contro possono essere maltrattati senza particolari rischi di danneggiare il filo. D'altra parte la loro affilatura è un po' più laboriosa.
  • Scalpelli Daitei in "acciaio blu"   L' "acciaio blu" è leggermente diverso dall' "acciaio bianco" utilizzato in alcuni scalpelli giapponesi di qualità e in alcuni ferri pialla che proponiamo. L'acciaio blu contiene carbonio all' 1-1.5%, cromo allo 0.2 - 0.5% e tungsteno all' 1 - 1.5%. Il cromo riduce l'usura e protegge dalla ruggine (anche se vista la percentuale ridotta, questo non può essere considerato acciaio inox) e facilita il raffreddamento dopo la tempra. Il tungsteno rende la lega più dura.
  • La scalpello come forma d'arte Lama fatta in "Suminagashi," la versione giapponese dell'acciaio damascato, con i suoi strati in evidenza; manico in legno di sandalo, una festa per gli occhi. Inutile dire che il filo è temprato a regola d'arte.

Clicca sulle fotografie per ingrandirle! Come affilare gli scalpelli giapponesi?

Non dimenticare di dare un’occhiata ai nostri suggerimenti per l’affilatura di scalpelli giapponesi. Gli scalpelli giapponesi lisci “Sasha Nomi” li trovi qui! Clicca sulle immagini per gli ingrandimenti.

Scalpelli HIKOZA "best value"
Oire Nomi - acciaio al carbonio laminato
Scalpelli giapponesi standard di buona qualità, fucinati a stampo da HIKOZA
Durezza: 62 - 63 HRC
Ingrandimento del retro

Larghezza lama CodicePrezzo
3 mm
Codice 309500Aggiungi al carrelloPrezzo € 18.95
6 mm
Codice 309501Aggiungi al carrelloPrezzo € 18.95
9 mm
Codice 309502Aggiungi al carrelloPrezzo € 18.95
12 mm
Codice 309503Aggiungi al carrelloPrezzo € 18.95
15 mm
Codice 309504Aggiungi al carrelloPrezzo € 18.95
18 mm
Codice 309505Aggiungi al carrelloPrezzo € 19.95
21 mm
Codice 309506Aggiungi al carrelloPrezzo € 19.95
24 mm
Codice 309507Aggiungi al carrelloPrezzo € 22.95
30 mm
Codice 309508Aggiungi al carrelloPrezzo € 26.95
36 mm
Codice 309509Aggiungi al carrelloPrezzo € 28.95
Set di 6 scalpelli fatti da Hikoza e confezionati in rotolo di tessuto
6, 9, 12, 18, 24, 30 mm
Codice 309510Aggiungi al carrelloPrezzo € 109.00
Set di 6 scalpelli fatti da Hikoza e confezionati in rotolo di tessuto + martello 375 g (n. 309705).
6, 9, 12, 18, 24, 30 mm
Codice 205520Aggiungi al carrelloPrezzo € 129.00
Set di 10 scalpelli fatti da Hikoza e confezionati in rotolo di tessuto
3, 6, 9, 12, 15, 18, 21, 24, 30, 36 mm
Codice 309511Aggiungi al carrelloPrezzo € 189.00
Anelli di ricambio
Anelli di ricambio
Questo è l'anello d'acciaio o boccola che protegge il manico degli scalpelli dai colpi del martello o del mazzuolo. Che ne abbiate perso uno o che stiate realizzando uno scalpello per conto vostro, qui troverete quello adatto.

Diametro interno CodicePrezzo
18 mm
Codice 309513Aggiungi al carrelloPrezzo € 2.60
19 mm
Codice 309514Aggiungi al carrelloPrezzo € 2.60
19.5 mm
Codice 309515Aggiungi al carrelloPrezzo € 2.60
20.5 mm
Codice 309516Aggiungi al carrelloPrezzo € 2.60
21.5 mm
Codice 309517Aggiungi al carrelloPrezzo € 2.60
22 mm
Codice 309518Aggiungi al carrelloPrezzo € 2.60
Lei è qui:   Pagina iniziale   →   Scalpelli   →   Scalpelli giapponesi