Dieter Schmid - Utensili professionali

Come affilare le rasiere

Che cos'è una rasiera?

Rasiera senza bava -------- con bava In definitiva, una rasiera non è altro che un pezzo di foglio di acciaio che, dopo un'opportuna preparazione, ha la funzione di asportare trucioli molto sottili da superfici di legno.

Scraper: without burr = rasiera senza bava

with burr = con bava

A che cosa servono le rasiere?

Prima che la carta vetrata diventasse di uso comune, la pialla da finitura era usata prevalentemente per ottenere una superficie liscia, mente la rasiera serviva per eliminare anche i piccoli segni lasciati dal passaggio della pialla. Oltre a questo, la rasiera può essere usata per togliere strati di cera o vernice da vecchi mobili. Questa operazione fatta con la rasiera risulta spesso molto più veloce che con una levigatrice. Da ultimo occorre segnalare che la rasiera lavora meglio sui legni duri che su quelli morbidi.

La preparazione del bordo

Prima di ottenere la "bava", il bordo deve essere pulito, piano e con gli angoli giusti. Il bordo della rasiera va preparato con una lima piatta, se possibile senza manico che sarebbe solo un impiccio. La lima deve approcciare il bordo in posizione angolata e procedere con colpi regolari. Se state lavorando su una rasiera usata e con una bava logora, come prima cosa eliminatela dal lato piatto. Non esitate a compiere questa operazione! La bava vecchia deve essere eliminata. In questa fase la rasiera deve essere fissata in una morsa - che sia quella del banco o un'altra adatta.

Esistono diversi metodi per ottenere un bordo perfettamente rettangolare:

  1. Il primo consiste nell'unire due tavolette rettangolari mediante due morsetti, appena sotto il bordo della rasiera, così che la lima non scivoli dall'altra parte e al tempo stesso riesca ancora a "mordere" il metallo. Con questo sistema chiaramente si limerà un po' anche il legno.
  2. Il secondo prevede l'utilizzo dell'apposito strumento Veritas. Usatelo per afferrare la lima e avrete la certezza di ottenere un angolo a 90°. Questo strumento è disponibile nella nostra pagina delle rasiere.
VERITAS jointer & edger scraper = rasiera

backing wood = legno di supporto
Utilizzando una pietra rettangolare di grana media (una pietra ad acqua da 1000, per esempio), ripassate la superficie vicino al bordo e il bordo stesso per togliere i graffi della lima Dopo aver passato la lima, il bordo non è ancora pronto. Utilizzando una pietra rettangolare di grana media (una pietra ad acqua da 1000, per esempio), ripassate la superficie vicino al bordo e il bordo stesso per togliere i graffi della lima. Per garantire la perpendicolarità anche in questa fase, la pietra può essere tenuta come nel disegno a sinistra, appena sopra il bordo del banco ed è la rasiera che viene mossa avanti e indietro. Come risultato finale dobbiamo avere dei lati puliti e affilati, a 90° l'uno rispetto all'altro. A questo punto non ci deve più essere traccia di bava. Notate che la pietra sta sul bordo del banco, e la ragione è che la rasiera produrrà dei graffi che è preferibile siano sul lato stretto.

Ottenere la bava

A questo punto la rasiera è già in grado di fare il suo lavoro, ma per dare il meglio di sè ha bisogno della bava. Oggi si può scegliere tra brunitoi tondi e triangolari ed è difficile dire quale sia migliore, probabilmente è questione di abitudini. Quello triangolare è più usato in Germania, mentre gli anglosassoni preferiscono quello rotondo. Comunque sia è indispensabile che il brunitoio sia più duro del materiale di cui è fatta la rasiera.

I residui di limatura devono essere eliminati prima di formare la bava. Applicate un po' d'olio sia al brunitoio che alla rasiera ! Tra i metodi per formare la bava segnaliamo:

  1. Appoggiate la rasiera sul banco in modo che il lato da lavorare sia sporgente, e tenetelo fermo con la mano sinistra. Tenete il brunitoio con la mano destra avendo il manico verso il basso. Cominciate a tirare il brunitoio verso di voi, partendo dal punto più lontano e premendolo contro la rasiera. Partite con la punta del brunitoio all'estremità più lontana della rasiera e mentre tirate il brunitoio verso di voi, muovetelo verso l'alto. Questo significa che lavorerete in obliquo evitando di graffiare l'acciaio. Questa operazione può essere ripetuta, purchè sempre nella stessa direzione. Per ottenere una bava più pronunciata, angolate un po' di più il brunitoio e aumentate la pressione, così da trovarvi a lavorare a poco meno di °.
  2. Un altro metodo prevede di fissare la rasiera nella morsa e poi di procedere allo stesso modo. Anche se le frecce nel disegno sembrano indicare diversamente, muovete sempre il brunitoio in una direzione, tenendolo in diagonale rispetto alla rasiera. Anche in questo caso, inclinando leggermente il brunitoio, potete ottenere una bava più pronunciata, ma non superate i 10°.
fissare la rasiera nella morsa e poi di procedere allo stesso modo Burnishing rod = barra di brunitura
Scraper X Section = sezione trasversale della rasiera
Rolled edge = Spread Edge = bordo arricciato
step 1 Modo d'uso
1. Bloccate la rasiera in una morsa lasciandola sporgere per circa 40 mm.
2. Mettete una goccia d'olio sul bordo della rasiera.
3. Con la regolazione bloccata su 0°, fate due o tre passate leggere. In questo modoil bordo della rasiera si allargherà leggermente e sarà pronto per la fase successiva.
step 2 4. Fate una nuova regolazione con l'angolo che preferite e fate alcune passate per "arricciare" i bordi. Con la pratica imparerete presto quante passate sono necessarie.
  1. Usate il brunitoio regolabile della Veritas ! Ha il vantaggio, particolarmente prezioso per i principianti, di rendere il processo più semplice e più sicuro. E' utilizzabile solo per rasiere rettangolari.
brunitoio regolabile Lo strumento deve essere passato sopra una rasiera fissata in una morsa. Una barra di precisione, al carburo di tungsteno, è regolata esattamente sull'angolazione desiderata. Questa regolazione si fa con l'apposito pulsante che viene poi fissato da una vite di bloccaggio. Questo brunitoio regolabile è sicuro e affidabile. Lo potete trovare nella pagina delle rasiere.

Locking screw = vite di bloccaggio
Carbide rod = barra al carburo
Angle setting knob = pulsante di regolazione dell'angolo
Simply clamp scraper in vise, set knob to desidered hook angle and run burnischer over scraper = Fissate la rasiera nella morsa, impostate l'angolo desiderato con il pulsante e fate scorrere il brunitoio sulla rasiera
Clamped scraper = rasiera nella morsa
Poichè il bordo della rasiera è molto affilato, questo brunitoio è concepito per l'uso a tiro Importante: Poichè il bordo della rasiera è molto affilato, questo brunitoio è concepito per l'uso "a tiro" . Per la massima sicurezza, mettete il brunitoio a cavallo della rasiera e tiratelo per il bordo. Non serve creare la bava alle estremità perchè la rasiera nell'uso viene piegata. Neanche occorre premere molto; delle passate ripetute produrranno un effetto migliore e con pochissimo sforzo

 

Utilizzare la rasiera

Una rasiera deve produrre trucioli molto fini Ci metterete poco a capire se l'affilatura è stata eseguita a regola d'arte. Se raschiando legno duro producete solo polvere, allora la bava non è venuta bene. Una rasiera deve produrre trucioli molto fini. La rasiera lavora quasi in verticale. Tenetela con decisione, usando entrambe le mani, e arcuatela leggermente con i pollici. Più la curva sarà accentuata, più materiale riuscirete ad asportare. Se per ottenere un qualche risultato dovete inclinare molto la rasiera, l'angolazione della bava non è corretta. E adesso qualche consiglio pratico:
  • Lavorate secondo vena e non contro o traverso, altrimenti produrrete solo dei vistosi graffi.
  • Se successivamente avete intenzione di dare al legno una finitura a poro aperto, la superficie trattata con la rasiera deve essere bagnata per alzare il pelo e quindi carteggiata con grana fine (da 220 in su). La rasiera potrebbe schiacciare le fibre che sarebbero rialzate dalla bagnatura successiva e quindi rimosse dalla carteggiatura
  • Utilizzate rasiere di spessori diversi. Con la pratica vi renderete conto di quali spessori vanno meglio per i diversi lavori. Una regola empirica è che una rasiera più sottile produce una finitura migliore, e viceversa.
  • Tenete sempre un certo numero di rasiere pronte, sia per l'affilatura che per la versatilità in funzione del lavoro da svolgere. Così facendo ridurrete i tempi di preparazione ed eviterete il fastidio di dover interrompere il lavoro per riaffilare
  • Non riponete mai le rasiere in modo che il lato tagliente sia in contatto con altri metalli. Una soluzione pratica è tenerle in un blocchetto di legno con delle fessure profonde circa 1 cm.
  • Quando la rasiera non taglia più, la bava può essere ricreata parecchie volte usando il brunitoio con un angolo più marcato.
  • Quando questo intervento non è più possibile, dovete rifare tutto il processo, eliminando la vecchia bava con la lima.

I quattro fattori:

Tra i tanti fattori che influenzano il risultato ottenuto, i quattro più importanti sono:

  1. La dimensione e il grado di affilatura della bava
  2. L'angolo della bava
  3. L'arcuatura della rasiera durante l'uso
  4. Le preparazione con lima e pietre prima di creare la bava.

Come rendere il lavoro più agevole

Utilizzare la rasiera Usando una rasiera vi renderete presto conto che l'attrito può causare un riscaldamento tale da scottarvi i polpastrelli.

Inoltre dovete fare uno sforzo fisico tale per cui le mani si stancano presto. Un porta rasiera risolve entrambi i problemi. Provate il porta rasiere della Veritas - vi consente di stabilire la curvatura e tenerla costante, così da poter lavorare a lungo senza affaticarvi.

I vostri polpastrelli non saranno più indolenziti anche dopo un lavoro prolungato. Inoltre lavorando nei due sensi, in avanti e all'indietro, si riduce notevolmente la fatica.
porta rasiere Il porta rasiere è fatto per il modello rettangolare lungo 150 mm (+- 3 mm). Per inserire la rasiera, il pressore al centro viene allentato e arretrato il più possibile. Quindi si allentano le viti zigrinate in ottone alle estremità esterne e si libera il piolino conico con un colpetto delle dita. Così facendo si libera una canalina nella quale si inserisce la rasiera.

Dopo aver inserito la rasiera, stringete leggermente le viti zigrinate in modo che la rasiera possa ancora muoversi. A questo punto regolate la vite centrale in modo da ottenere la curvatura desiderata. Solo a questo punto potete stringere a fondo le viti zigrinate. A vostra scelta potete inserire la rasiera del tutto o solo in parte, potendo così variare le modalità di lavoro.

Importante: regolate la curvatura solo dopo aver allentato le viti esterne ! Entrambe le estremità della rasiera devono potersi muovere mentre si modifica la curvatura. Per l'uso del porta rasiere è utile sapere che una curvatura leggera va bene per lavori di fino e per trattare superfici estese, mentre una curvatura marcata va bene per asportare più materiale o lavorare su una striscia ristretta.

Questo consiglio peraltro va considerato insieme al tipo di bava: bava sottile per lavoro di fino, bava più spessa per lavori grossolani. Anche l'angolo ha effetto sui risultati del lavoro. Veritas raccomanda di allentare le viti di fissaggio e allentare il pressore al termine del lavoro. Il porta rasiere è disponibile alla pagina delle rasiere.

Loosen locking screws & tap down if required = allentate le viti di chiusura e date un colpetto, se necessario
Retract arching screw = allentate la vite del pressore
Scraper blade = lama della rasiera
Padded Blocking Block = pressore

A questo punto siete pronti per un lavoro ricco di soddisfazioni !

Lei è qui:   Pagina iniziale   →   Abrasivi, finitura   →   Rasiere   →   Come affilare le rasiere