Dieter Schmid - Utensili professionali

Consigli per l'utilizzo delle guide di affilatura di Richard Kell

guida di affilatura

Questa guida di affilatura è stata sviluppata specificamente per scalpelli sottili e per scalpelli giapponesi di tipo corto, con larghezza del ferro da 0 a 26 mm (1pollice).

La lama deve essere fissata alle due barre in acciaio dal lato inferiore. Durante l'affilatura le due barre d'acciaio si trovano sopra, così da toccare la pietra con il filo della lama.

L'angolo di affilatura si determina mediante la distanza della lama dalla barra della guida di affilatura. Se ad esempio la distanza è di 16 mm (5/8 di pollice) otterrete un angolo di 25°. Un pezzetto di legno di misura appropriata può fare da dima per le angolazioni di più frequente utilizzo.

Angoli di affilatura per specifiche distanze della lama dalla barra adella guida di affilatura
12.7 mm 1/2" = 30°
14 mm 9/16" = 27-1/2°
16 mm 5/8" = 25°
17-1/2 mm 11/16" = 22-1/2°
20 mm 25/32" = 20°

La barra esagonale può essere tenuta solo con la mano, assolutamente non con attrezzi meccanici! Due dischi di policarbonato morbidi e trasparenti rendono possibile anche lavorare su ferri i cui lati non sono perfetamente paralleli. Le rotelle sono costituite da due materiali: i "cerchioni" sono di ottone, gli "pneumatici" di "Ertalite®", un materiale sintetico molto resistente e al tempo stesso morbido.

Un pezzo di legno con lo stesso spessore della pietra da affilatura, in cui infilare la pietra stessa, consente di utilizzare meglio lo spazio a disposizione. Se le rotelle possono scorrere anche sul legno, la pietra viene consumata in modo più uniforme e rimane utilizzabile più a lungo. Controllate sempre che la pietra sia perfettamente piana. Una guida di affilatura precisa non serve a niente se la pietra è incavata!

Lei è qui:   Pagina iniziale   →   Attrezzi da affilatura   →   Guida di affilatura di Richard Kell   →   Consigli per l'utilizzo delle guide di affilatura di Richard Kell