Dieter Schmid - Utensili professionali

Brunitoio VERITAS per raschi da tornitura

Brunitoio VERITAS per raschi da tornitura
Brunitoio VERITAS per raschi da tornitura

Tradizionalmente, i raschi per tornitura vengono utilizzati appena affilati con una mola o con una smerigliatrice, utilizzando come tagliente la bava che si sviluppa durante l’abrasione. Il problema è che questa bava è irregolare e fragile, e necessita di interventi frequenti per conservare l’affilatura. In questo modo, non solo si consuma velocemente il raschio, ma anche la finitura ottenuta non è buona e richiede una grossa opera di carteggiatura.

Il brunitoio Veritas per raschi elimina questi problemi. Esso forma una bava affilata e continua, ed i raschi affilati con questo brunitoio sono facili da controllare, producono una finitura superiore ed hanno un tempo di utilizzo tra le affilature maggiore. È l’unico brunitoio utilizzabile con raschi in HSS.

Preparazione:

  • Viene fornito con due aste per brunitura al carburo di tungsteno, una è inclinata di 10° per bruniture a 70° a 75°, l’altra è inclinata di 5° per bruniture da 75° ad 80°
  • Lucidare la faccia con una pietra fine o abrasivo da lucidatura per rimuovere ogni bava.

Brunitura:

Brunitura Il brunitoio dovrebbe essere serrato in una morsa o fissato ad una superficie fissa. Installare l’asta in carburo adatta all’angolo desiderato e posizionare il raschio con la faccia in alto sul brunitoio. Premere il raschio sulla superficie del brunitoio con una mano e con l’altra afferrare l’impugnatura. Posizionare il filo contro la superficie conica del’asta in carbonio e strisciarlo contro di essa fino ad andare oltre all’asta, mantenendovi una pressione costante; per fare ciò utilizzare l’impugnatura come leva e si fa perno sull’ alberino del brunitoio. Per produrre una buona bava è necessaria una pressione stabile, specialmente per gli utensili in HSS.

Una pressione elevata produce una bava grossolana adatta per sgrossare e dare forma.

Una pressione leggera produce una bava più fine per lavori più delicati.

Le aste al carburo di tungsteno e l’alberino si incastrano nei fori, spaziati tra di loro per permettere diverse distanze tra il perno e l’asta per adattarsi a raschi con la curvatura di diametri diversi.

Nota: Se non si intende cambiare la distanza tra il perno e l’asta, inserendoli con una piccola striscia di plastica eviterà di perderli quando si sposta il brunitoio.

Tornitura:

Tradizionalmente, i raschi affilati devono ingaggiare il pezzo con un angolo negativo (Figura 2a) per permettere alla bava di iniziare il taglio. Questo tipo di ingaggio può portare ad un eccessivo affondamento dell’utensile.

angolo negativo
Fig. 2a
Fig. 2b

Un raschio brunito con il brunitoio Veritas dovrebbe ingaggiare il pezzo strisciando col bisello, poi si dovrebbe iniziare il taglio sollevando leggermente l’impugnatura. Un raschio correttamente affilato produrrà trucioli lunghi e continui. Il raschio può anche essere usato per lavori di testa al pezzo, inclinandolo per effettuare uno “shear cut”

Non si dovrebbe mai esercitare una pressione eccessiva sul raschio mentre lo si utilizza, il taglio si regola da solo. Provare a tagliare troppo in profondità causerà vibrazioni. Per tagli più incisivi, applicare una pressione maggiore durante la brunitura per produrre una bava più pronunciata.

Quando l’utensile non produce trucioli, ma segatura, è necessario affilarlo nuovamente.

Lei è qui:   Pagina iniziale   →   Strumenti da tornitura   →   Utensili per la troncatura ...   →   Brunitoio VERITAS per raschi da tornitura